Cambiamenti climatici e Ambiente

L’attività di ricerca incentrata sulle implicazioni giuridiche e politiche delle imbarcazioni autonome nel trasporto marittimo internazionale si è imbattuta in una questione relativa non tanto al diritto o alla sicurezza, bensì al genere.
Il lavoro fondamentale sulle dinamiche della calotta glaciale è valso a Dorthe Dahl-Jensen, ricercatrice danese e beneficiaria del Consiglio europeo della ricerca, il riconoscimento della fondazione Balzan.
Un approvvigionamento migliore ed emissioni minori: un dimostratore di rete intelligente, finanziato dall’UE e istituito a Nuova Delhi, si propone di migliorare la resilienza della rete e la sicurezza dell’approvvigionamento elettrico, potenziando al contempo l’integrazione delle fonti di energia rinnovabile nella rete.
Dopo il sostegno iniziale alle loro nuove tecnologie per lo sfruttamento dell’energia del moto ondoso, due sviluppatori ne stanno convalidando le prestazioni con test e simulazioni in vasca.
Nuovi dati sulla distribuzione e sull’area delle foreste di kelp nella regione nordica forniscono un punto di riferimento per valutare i cambiamenti futuri su larga scala.
Come se la caveranno in futuro i coralli delle profondità oceaniche? L’ultimo grande evento di riscaldamento globale risalente a migliaia di anni fa fornisce agli scienziati un indizio.
Uno studio sostenuto dall’UE afferma che i cambiamenti climatici faranno innalzare il prezzo del grano, colpendo duramente la resa in determinate regioni del mondo.
Grazie alla trasformazione del settore energetico operata dalle tecnologie digitali, gli utenti possono gestire e controllare i propri elettrodomestici e sistemi con maggiore facilità. Tuttavia, le soluzioni e gli standard a disposizione sono numerosi e non tutti possono essere combinati e lavorare assieme in assoluta continuità. Ciò complica le vite dei consumatori e rappresenta un ostacolo a un’adozione più rapida degli elettrodomestici e dei servizi intelligenti.
Grazie alla strategia di coinvolgimento di un’iniziativa finanziata dall’UE, quasi 100 giovani volontari hanno rimosso oltre 1 000 kg di rifiuti da due spiagge dell’isola caraibica di Saint-Martin.
Un nuovo studio analizza come i meccanismi auto-rinforzanti noti come vincoli cognitivi ostacolino il cambiamento, riducendo la possibilità che gli agricoltori adottino una diversificazione delle colture.
Cosa ostacolerà la gestione sostenibile della pesca europea nel futuro? Un’indagine sostenuta dall’UE approfondisce le opinioni delle parti interessate.
Laboratori e sondaggi sono solo due degli strumenti utilizzati dal progetto AquaVitae per incrementare la produzione di abaloni, alghe e ostriche nell’Oceano Atlantico.
Un passo avanti verso oceani più puliti: un progetto finanziato dall’UE ha collaudato il proprio sistema autonomo di raccolta dei rifiuti subacquei nelle torbide acque costiere del porto di Amburgo, in Germania.
Un nuovo studio mostra che il massiccio spostamento della popolazione cinese verso le aree urbane ha avuto un impatto positivo sullo stock di carbonio del paese. L’urbanizzazione potrebbe dunque contribuire a ridurre le emissioni di CO2.
Uno studio rivela che una guerra nucleare su vasta scala tra due superpotenze potrebbe comportare una carestia a livello mondiale e l’uccisione di miliardi di persone.
A ottobre 2020, il Results Pack sulle scienze sociali e umane nella ricerca energetica ha presentato PROSEU, un progetto che ha permesso a normali cittadini di svolgere un ruolo fondamentale nella transizione dell’Europa verso l’energia pulita. È riuscito ad aiutare i prosumatori (cittadini che producono e consumano la propria energia rinnovabile) a diventare protagonisti della loro transizione?
Le persone rivedono le proprie opinioni sulla base di nuove informazioni o per essere accettate socialmente? Un nuovo studio dimostra che il cervello opera una distinzione tra diversi tipi di influenza sociale quando si cambia idea.
A ottobre 2020, il Results Pack sulle scienze sociali e umane nella ricerca energetica ha presentato SMARTEES, un progetto che ha esplorato il concetto di innovazioni energetiche sociali e la loro evoluzione nel tempo. Scopriamo che i risultati sono confluiti in un nuovo strumento digitale per migliorare la progettazione delle politiche e il processo decisionale.
Secondo un nuovo studio, la gran parte delle città europee sta diventando più densamente popolata grazie ai maggiori tassi di immigrazione e a un minore consumo di suolo per le abitazioni.
Esiste un’alternativa nutriente a mais e riso per i prodotti alimentari senza glutine? La risposta potrebbe risiedere nei cereali e nei legumi africani.
Next
RSS per questa lista
Privacy Policy